Steampunk Fest (steampact)

vintique3boom

Due delle foto scattate allo Steampact Fest a Roma in via Cervelletta, evento bellissimo! Tutto all’interno del casale aveva assunto tinte ottocentesche e di inizio secolo: tra pirati, inventori, scienziati pazzi, ammiccanti donne di un’alta società di orientamento “steam”, l’impressione generale era quella di essere in un altro spazio-tempo.

Abiti, accessori e armi di altri tempi, invenzioni, umori e colori. Il tempo immobile.

Eventi culturali di ogni tipo: presentazioni di romanzi dalle tinte “steam e punk”, musica, video e vecchi film. Una sottile pioggia e un vento ribelle e dispettoso che spesso mi portava a voltarmi verso la mia ciurma e a incitare: “Presto, spiegate le vele, il vento a favore, oggi gli dei sono dalla nostra parte…” , io Capitan Viktualia Vanessa  Klusmintha  ero però in un casale, lontana dal mare e dal mio brigantino su cui la mia ciurma aspettava il mio rientro fra i fumi dell’oppio, dell’assenzio e del rhum!

E tutto era così reale, ben fatto e armonico che seriamente mi sentivo il capitano di cui ero travestita, che tra l’altro altri non è che uno dei miei personaggi di un gioco di ruolo steampunk: “Iron Kingdoms”.

Fra gli ospiti Emanuela Valentini che ha presentato “Ophelia e le officine del Tempo”, Filomena Cecere con “La tredicesima Costellazione”, Monica Serra con il “Duca di Ferro”. (Presto pubblicherò le recensioni relative ai racconti).

Altri ospiti i Poison Garden con la presentazione del loro singolo: Days of Steam.

E poi non posso non citare gli Alcabhiti che con la loro splendida sfilata di abiti steampunk hanno colorato l’evento.

Persone diverse fra loro unite tutte dalla stessa passione: un futuro a vapore avvenuto in un passato romantico.

Cosa è per me lo steampunk? Io amavo questa tendenza prima ancora di conoscerla. Sognavo da bambina invenzioni strane fatte di alambicchi, lenti, motori alimentati a vapore, orologi che attraverso chissà quali strani meccanismi potevano mandarti avanti o indietro nel tempo. Adoravo Verne, Tesla,  adoravo le mongolfiere, i sommergibili e i dirigibili! Sognavo occhialoni multilente e bramavo a diventare patologa  per trovare il modo di impiantare arti biomeccanici o impiantare cervelli reali in corpi meccanici. La mia vita correva al centro di due binari: lo Steampunk e il Cyberpunk

“Viaggio al centro della terra” era uno dei miei film preferiti e le atmosfere di fine ottocento, la caotica Londra della rivoluzione industriale, la prima grande guerra, lo Sturm Und Drang e lo spleen erano fonte di ispirazione per me che condivo il tutto con fantasia “Punk”. Poi L’approccio a Frankenstein  Mary Shelley

Così ho iniziato a “cercare” e pian piano anche il mio stile è cambiato, il mio modo di vedere e vivere le cose. Adesso il vapore scorre nelle mie vene e ben presto questo vapore si tramuterà in qualcosa di creativo che spero di poter presentare al più presto 😉

Annunci

4 pensieri riguardo “Steampunk Fest (steampact)

    1. yep!Doctor Who l’ho seguito e lo adoravo ma l’ho perso un pò di vista!
      battlestar galactica la conosco ma non l’ho seguita dall’inizio (anche perchè ancora dovevo nascere! XD)
      Torchwood non la conosco…. 😦

  1. Gran bell’evento lo Steampact!
    Secondo me ha gettato le basi per qualcosa di più grande che, probabilmente, inizieremo a veder fiorirein questi prossimi anni (in senso culturale, di habits, tendenze, etc.).
    Mi è piaciuto tantissimo il simposio tenuto dalle 3 scrittrici e relatrici (davvero bravissime e molto preparate…d’altronde si vede che dietro c’è una vera e prorpria passione! ).
    Mi ha sorpreso un po il fatto che non siano stati citati:
    Full Metal Alchemist
    Last Exile
    però è anche vero che la vastità del tema rendeva impossibile approfondire tutto…

    1. Non è stato citato neppure Sharlock Holmes, ma ci sono molti autori steampunk o comunque di tendenza. personalmente delle recensioni non ho apprezzato i riferimenti a Prada e Gautier che con le loro tendenze crulety (uso di pellicce e pellami) mi disgustano alquanto :/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...